Stampa

Stanza dell' Agapanto

...La stanza è stata arredata in modo da consentire l’accoglienza di un paziente, mettendo anche a disposizione un divano letto, un frigorifero e un impianto televisivo per consentire a un famigliare la presenza continua accanto al letto del malato. Ma perchè «Stanza dell’agapanto»?

È questa la storia che sa di romanzo ma è tragicamente vera. La racconta lo stesso De Michelis: «Il riferimento è a un paziente morto lo scorso anno da noi la cui famiglia è stata molto grata per l’assistenza che gli è stata prestata. La moglie, Kennet Jones, pittrice professionista, aveva donato al reparto il dipinto di un Agapanto che la caposala aveva appeso in corridoio proprio di fronte alla porta della stanza del marito.

Leggi tutto... »